Bruno Mancuso

Tragedia in Croazia. Migliorano le condizioni dei due bambini rimasti coinvolti nella tragedia di alcuni giorni fa

Finalmente una prima buona notizia dalla Croazia, teatro della tragedia che ha visto perire l’imprenditore santagatese Eugenio Vinci, avvelenato da monossido di carbonio, in vacanza con moglie, figli e amici, tra cui il nostro Bruno Mancuso, sindaco del Comune di S. Agata Militello, la moglie Enza e altri amici di avventura.

Non sono stati ancora dichiarati fuori pericolo ma segnali incoraggianti di miglioramento delle condizioni di salute dei  due bambini giungono dal centro medico KBC di Spalato, dove si trovano ancora ricoverati la bambina di 11 anni e il fratellino di 4 dopo l’’intossicazione da monossido di carbonio patita a bordo del caicco Atlantia, costata la vita martedì al 57enne manager santagatese Eugenio Vinci.

Oggi pomeriggio si attende il ritorno in paese del sindaco Bruno Mancuso, la moglie e gli altri due amici che facevano parte della comitiva insieme ad Eugenio Vinci, alla sua compagna e ai bambini.

Lunedì dovrebbe tornare in Italia la salma di Eugenio Vinci, sottoposta all’autopsia che ha certificato l’intossicazione da monossido di carbonio. E in segno di lutto l’amministrazione comunale di Sant’Agata Militello ha sospeso l’intero programma delle manifestazioni estive ancora in calendario, sine die.

Centro Medico KBC di Spalato