Furto sacrilego ai danni del santuario della Madonna dell’Itria di Modica (Ragusa)

 

Vista di Modica
Una vista di Modica

Furto sacrilego ai danni del santuario della Madonna dell´Itria a Modica, la chiesetta sul colle che viene aperta in occasione del “Marti i l´Itria”, la pasquetta dei poveri. Ignoti ladri senza scrupoli hanno trafugato un calice di argento e la coroncina della Madonna realizzata in latta dorata.

Il furto risalirebbe a qualche tempo fa ma solo adesso se n´è accorto don Ernesto Scarso, che si prende cura del piccolo luogo di culto dal momento che proprio la chiesetta che, come accennato, si erge sull´omonima collina, fa parte della parrocchia di S.Anna di cui padre Scarso è parroco. Di conseguenza il sacerdote ha presentato solo in queste ore la denuncia contro ignoti.

Dal sopralluogo pare non sia stato riscontrato nessun segno di effrazione, come se fosse stata usata una chiave universale o qualcosa del genere. Indagini in corso mentre si levano alte la costernazione e l´indignazione dei fedeli