Limina

Vuole vendicarsi ma sbaglia persona

Può succedere quando non si è animati da buoni propositi di sbagliare persona per una vendetta che bisogna consumare a caldo. Un atto intimidatorio, quasi certamente dovuto a motivi passionali, è stato compiuto ai danni di un uomo di Limina, piccolo borgo della provincia di Messina.

Il fatto di cronaca nera, sul quale sono in corso indagini da parte dei carabinieri, si è concretizzato nel dare fuoco al furgone intestato alla ditta artigiana, un panificio, di cui il malcapitato è titolare assieme al fratello, oltre che in minacce e violenze private. I fatti, a quanto pare, sarebbero dovuti al fatto che uno dei due fratelli liminesi avesse una relazione con una donna sposata abitante a Savoca alla quale giornalmente consegnava il pane.

Quel giorno, però, a consegnare il pane non c’era il presunto amante alla guida del furgone ma il fratello. Un errore imperdonabile.