Sala Consiliare Capo d'Orlando

Capo d’Orlando. Dichiarazione di voto del Consigliere Linda Liotta nell’assise di ieri sera sul bilancio di previsione 2019-2021

Se qualcuno pensava che ieri sera si fosse registrato qualche colpo di scena nel Consiglio comunale di Capo d’Orlando, riunitosi per approvare soltanto tre punti tra quelli inseriti nell’Ordine del giorno, è rimasto a bocca asciutta.

Maggioranza compatta sul Documento Unico di Programmazione 2019-2021 e sul bilancio di previsione per gli esercizi 2019-2021 che, ha visto la significativa diserzione del consigliere di maggioranza Enza Giacoponello: l’unica tra i consiglieri in grado di poter espirimere un parere tecnico sul tanto discusso bilancio di previsione. L’assenza della dott.ssa Giacoponello, l’abbiamo notata noi e, forse, anche un  “amareggiato” sindaco.

Nel corso della seduta consiliare la dott.ssa Liotta, esponente di spicco della Lista Orlandina, poi inopinatamente epurata per “eccesso” di sovraesposizione politica e culturale, ha ritenuto formulare una dichiarazione di voto che la dice lunga sulla sua posizione di indipendente. Indipendente sì, ma coerente ad un progetto politico che ha condiviso tre anni fa con l’attuale primo cittadino.

Chissà se il capogruppo di quella Lista, il giovane Fabio Colombo, non abbia masticato amaro vista la coerenza e la disciplina della Liotta ad una maggioranza politica iniziata con l’attuale sindaco? E, scusate, il bisbiglio tra i due seduti uno accanto all’altro, Liotta e Colombo, è forse foriero di qualche novità politica?

Bando alle ciance e leggiamo insieme la dichiarazione di voto della Consigliera Liotta:
Signor sindaco, Presidente del consiglio, colleghi Consiglieri,

“il periodo critico che stiamo attraversando insieme a tutta la comunità a causa delle esigue risorse finanziarie, impone la massima responsabilità da parte dell’organo consiliare di cui ho l’onore di far parte. E’ per il rispetto della dignità che merita la nostra gente e per garantire loro una sempre migliore qualità della vita che esprimo con consapevolezza voto favorevole per l’approvazione del Documento Unico di Programmazione 2019-2021 e del bilancio di previsione per gli esercizi 2019-2021”.

Un voto avallato dai pareri favorevoli dei Revisori dei Conti e dell’Ufficio di ragioneria, prosegue Liotta, funzionari che ringrazio per la scrupolosità e la professionalità con cui svolgono il compito di controllori della legalità, senza il quale non sarebbe possibile riscuotere assenso e fiducia. Il mio è un voto favorevole per permettere all’amministrazione di portare ad esecuzione progetti e promesse”.

Non sappiamo quanto gli sarà costato questa dichiarazione alla disciplinata Liotta ma, aldilà delle pur legittime valutazioni che ognuno di noi più o meno benevolmente può fare, un fatto è incontrovertibile: la sua coerenza non potrà essere messa minimamente in discussione. E nel passaggio successivo lo dice chiaramente affinchè anche i finti sordi capiscano di quale pasta è fatta!

Ancora una volta, nel corso di questa consiliatura, afferma Liotta, con spirito di servizio, maturità ed impegno civico manifesto fiducia al programma politico del sindaco Ingrillì, pur nella mia posizione di consigliere indipendente  Nei momenti di difficoltà non si può che serrare i ranghi, essere propositivi, collaborativi, rispondere positivamente all’appello di coesione più volte pervenuto da parte del sindaco; invito a dare il proprio contributo in base al ruolo istituzionale ricoperto, senza prevaricare nè rinunciare a priori a partecipare agli appuntamenti più significativi della vita politica.

Non è oggi il tempo di distogliere lo sguardo dalle responsabilità, conclude una agguerrita Liotta, ci auguriamo che l’approvazione dei suddetti documenti programmatici allevieranno disagi e problematiche ai concittadini; inoltre dobbiamo ricambiare la stima ricevuta da coloro che ci hanno scelto per rappresentarli, semplicemente facendo il nostro dovere.

Linda Liotta