Capo d'Orlando

Viaggio nel mondo della periferia orlandina. Nostra inchiesta tra la gente

Ieri pomeriggio abbiamo ripreso l’attività con le nostre “pillole”,  proiettandoci nel mondo quasi inesplorato e trascurato delle periferie di Capo d’Orlando. “Nei nostri cuori” in campagna elettorale, nel dimenticatoio il giorno dopo le elezioni.

Siamo andati, con l’amico Carlos Vinci, a Marcaudo e Marmoro, due rigogliose contrade sopra Scafa a contatto con i numerosi cittadini di quei luoghi per tastare il polso alla gente e  capire attraverso le loro testimonianze dirette, franche e sincere, senza filtro come è nostro costume, cosa non funziona e di cosa dovrebbe occuparsi la politica locale per rendere più bella e più accogliente una cittadina baciata da Dio e maltrattata dagli uomini, soprattutto nelle periferie.

Ne è venuto fuori un quadro preoccupante e per certi aspeti desolante: carenza del prezioso liquido nei mesi estivi ma anche in alcuni periodi invernali, sporcizia quasi dappertutto perchè carentissimo il serzizio di spazzamento e raccolta, di contro bollette salatissime, infine, l’impianto della fogna non funziona da oltre 30 anni.

Questi i problemi e i disservizi principali denunciate dalla gente del luogo che serenamente e senza atteggiamenti distruttivi ma collaborativi, hanno detto chiaramente e senza nessun tipo di rivalsa o di risentimento, che l’Amministrazione in carica dovrà cambiare passo per recuperare il tempo perduto e ridare al paese anche e soprattutto il decoro perduto.

E’ già in onda, chi vuole può seguirla la prima parte della nostra inchiesta sulla web tv pippogaliponews.it, il nostro viaggio tra le periferie di Capo d’Orlando: tra qualche giorno trasmetteremo la seconda e ultima parte. Naturalmente, il nostro viaggio proseguirà nei giorni a venire.