Olimpia FC Zafferana

Derubate e poi punite dal giudice sportivo

Calcio a 5 A2 femminile. Gara del 3/11/2019 COPPA D ORO CERVETERI – OLYMPIA F.C. ZAFFERANA

Il Giudice Sportivo In merito alla mancata disputa della gara in oggetto, la Società Olympia Zafferana giustifica la mancata partecipazione all’incontro allegando una denuncia presentata in data 3.11.2019 alla Compagnia dei Carabinieri di Fiumicino.

In tale documento si legge che la compagine, al termine della pausa pranzo tenutasi nel centro commerciale Parco Leonardo, all’atto di riprendere le autovetture per raggiungere la sede dell’incontro, constatava segni di effrazione sulle stesse con conseguente asporto di tutti gli indumenti di gioco delle atlete. Di conseguenza il danno subito rendeva impossibile per la suddetta Società recarsi a Cerveteri per disputare la gara in oggetto.

Pur prendendo atto e condividendo le valide ragioni ostative, lo scrivente Giudice Sportivo non può non rilevare come, nella fattispecie, non sia stata osservata dalla Società Olympia Zafferana entro i termini di cui all’art. 49comma 4 del C.G.S. la prescritta procedura prevista dall’art. 55, comma 2 delle NOIF per richiedere la sussistenza della causa di forza maggiore.

Si decide di comminare alla Società Olympia Zafferana la punizione sportiva della perdita della gara col punteggio di 0 – 6. Al di là del burocratese, lo Zafferana è stato derubato di due completini di gara. Gli arbitri ne han preso atto ma il giudice sportivo ha deciso che non c’era causa di forza maggiore. La Divisione ci ha messo, dicono, una buona parola evitando 3000 euro di multa. Buon senso finito a p….ne. Poi qualcuno si chiede perché gli sponsor latitano…