Ragusa

Uccide la madre a pugni, arrestato

Una anziana di Ragusa è morta dopo venti giorni di ricovero in ospedale in condizioni critiche. Per i carabinieri di Ragusa è stato il figlio ad ucciderla a botte, dopo una lite sorta per futili motivi. Secondo la ricostruzione, l’anziana è stata colpita ripetutamente, con violenza, causando il decesso nei giorni successivi. I militari, guidati dalla capitana Maria Chiara Sodano, hanno eseguito un provvedimento cautelare in carcere, emesso dall’autorità giudiziaria iblea nei confronti dell’uomo di di 48 anni accusato di omicidio.

Il presunto omicida è Carmelo Chessari, 48 anni, con precedenti penali per spaccio di droga. L’aggressione risale all’aprile scorso quando la madre del pregiudicato, Santa Trovato, venne ricoverata in ospedale a Ragusa con gravi ferite e tumefazioni provocate secondo i medici da una serie di pugni.

L’anziana donna morì dopo una lunga agonia durata venti giorni. I sospetti si concentrarono subito sul figlio, che fu indagato, ma solo oggi, in seguito ad alcuni esami e riscontri effettuati dagli inquirenti che inchioderebbero Chiessari, è stato possibile emettere un ordine di custodia cautelare in carcere nei suoi confronti.

Carmelo Chessari