Ospiti della Web Tv pippogaliponews il sindaco di Capo d’Orlando ed il Consigliere Renato Mangano

Ieri sera è andato in onda sulla nostra Web TV pippogaliponews.it il primo appuntamento di “A Carte Scoperte”, nuovo talk show condotto dal sottoscritto. Non a caso abbiamo voluto inaugurare il programma con un confronto tra il sindaco di Capo d’Orlando Franco Ingrillì ed il consigliere Renato Mangano, senza dubbio una guida per i colleghi di minoranza.

Nel trentennale dall’abbattimento del Muro di Berlino, ci piace constatare la felice coincidenza con l’impegno di professionisti spinti dal desiderio di fare informazione dando direttamente voce ai protagonisti della politica. A proposito, ci sia consentito un grato ringraziamento a Carlos Vinci. Troppe le problematiche che attanagliano la comunità, quindi perchè non appellarci ai principi di democrazia e libertà e permettere a chi siede su opposte “rive del fiume” di confrontarsi? E’ tempo di abbattere muri e fumare il calumet della pace, se si vuole agire nell’interesse dei cittadini. Altrimenti, se a priori si devono mantenere le vecchie posizioni del “muro contro muro”, e come gli struzzi preferire sbattere contro i muri pur di non tenere alto lo sguardo, allora vorrà dire che i nostri sforzi di rialzare una città dall’economia in ginocchio saranno stati vani.

Tornando, adesso, al faccia a faccia di ieri pomeriggio, sono stati affrontati temi centrali della politica orlandina, trattati con serietà da due persone garbate e intelligenti che nei 35 minuti di discussione mai hanno travalicato il senso della politica e del confronto democratico.

In apertura, e non poteva che essere così, si è parlato della rescissione del contratto tra il Comune e la Multiecoplast, gestore del servizio raccolta rifiuti, su richiesta della società. Il cons. Mangano ha fatto emergere un dato sconcertante, e cioè che la Multiecoplast-ATI ha proposto il decreto ingiuntivo per un credito di euro 2.400.000 ancora non maturato, peraltro confermato dal legale del Comune, l’avv. Francesco Cacciola. Secondo aspetto non meno inquietante per il cons. Mangano: la Multiecoplast-ATI ha rescisso unilateralmente il  contratto perché aveva percepito che l’ufficio tecnico con una sola nota gli aveva notificato 26 contestazioni per inadempimento contrattuale. Infine, non rappresenta un miracolo il raggiungimento della  percentuale del 67% per la raccolta differenziata. Tutto ciò è  la conferma che con il nuovo capitolo d’appalto l’ufficio tecnico ha prima individuato le criticità dei precedenti affidamenti e poi studiato i rimedi: Pesatura certificata, sensibile riduzione dei costi di trasporto, controlli delle procedure di raccolta.

L’altro argomento trattato dagli illustri ospiti, ha riguardato l’acquisto del terreno in contrada Tavola Grande dove è ubicata l’elipista della Protezione civile per la somma di 400 mila euro attraverso l’erogazione di un mutuo a carico dell’Ente. Qui, alla contestazione del cons. Mangano, che ha  paventato un possibile danno erariale per la superficiale stima scollegata dai prezzi di mercato, il sindaco ha comunicato a sorpresa, che è stata chiesta una valutazione all’Ufficio del Demanio di Roma. La registrazione integrale dell’incontro è disponibile sulla pagina facebook pippogaliponews.

In chiusura del dibattito si è voluto porre l’attenzione all’attività politica svolta dalle commissioni consiliari e dai singoli consiglieri. Fare politica non è soltanto amministrare, bensì è anche eseguire, porre in essere su proposta ed indirizzo. E’ emerso che un ruolo non poco importante sta svolgendo la commissione presieduta dal cons. Felice Scafidi, a cui sia il cons. Mangano che il sindaco annuendo, hanno riconosciuto il merito di contribuire in alcuni settori (sportivo, turistico, ambientale, sociale) facendo proposte valide ed al vaglio dell’approvazione di tutto il consiglio comunale. Ogni commissione, lo spieghiamo a chi non è addetto ai lavori, è composta da consiglieri di maggioranza e opposizione, quindi è un simbolo di democrazia in nuce.

Un altro aspetto che vogliamo evidenziare, e ringraziamo il sindaco per averlo fatto, è la citazione di un nostro editoriale di qualche giorno fa. “Vorremmo proseguire, quindi, un ragionamento sull’attuale compagine politico-amministrativa di Capo d’Orlando proiettandoci verso il futuro prossimo, visto che il paese uscirà da quest’ultima esperienza con le ossa rotte. Infatti, sembra ormai evidente che Giunta e Consiglio non lasceranno alcuna traccia che valga la pena solcare, sebbene non tutti i Consiglieri abbiano fallito nell’espletamento del loro mandato. Comunque, nella conta dei singoli i distinguo su gli uni o gli altri contano poco perchè, nel marasma generale, quasi tutti sono stati risucchiati in una mediocrità disarmante”. Ebbene, vogliamo rassicurare i nostri lettori che altri editoriali seguiranno. Il gruppo di assessori e consiglieri attualmente vicini al sindaco non provengono tutti da un’esperienza politica precedente, non tutti sono avvezzi a giochi o lotte di potere; alcuni sono reduci da altri incarichi o ruoli politici, altri sono professionisti prestati alla politica per dare un servizio alla comunità; altri ancora sono stati, sono e saranno sempre seduti là, incollati alla sedia; altri ancora hanno una dignità da salvare e annaspano nella polvere per non soffocare. Insomma, c’è tanto da dire e da ragionare. Noi non ci risparmieremo e saremo pronti ad interpretare il significato delle scelte politiche ed ad informare per formare i futuri elettori.

Infine, un doveroso ringraziamento al laboratorio di analisi cliniche “La Madonnina” di Capo d’Orlando, diretto dal dott. Cono Russo, che ha voluto sostenere l’iniziativa della nostra web tv.

Appuntamento a venerdì prossimo con il programma “A Carte Scoperte” per un secondo confronto.