Francesco Lazzara

…Gli scompiscianti racconti della gna Maddalena: Disinibite vicende Longitane di Francesco Lazzara

“Capita, sì, può capitare a chiunque che nei momenti di stanca, nei momenti di tenera nostalgia si sia indotti a rimebrar, dolci e soavi come allora, i ricordi d’una infanzia più o meno felice ma mai sopita e dimenticata”.

Francesco Lazzara rammenta sul filo di una tenera nostalgia gli anni trascorsi e pur se si ritiene vecchio e stanco, anzi proprio perchè tale, “il desìo di quegli anni, belli e fantasiosi, e di tenerazza prodighi, spesso viene anche a me, e per incantavole magia torno a sognare ed a fantasticare come allora!”

Questo fa parte della premessa del suo ultimo libro dal divertente titolo …Gli scompiscianti racconti della Gna Maddalena, Disinibite vicende longitane, che il nostro gentile e paziente maestro ha dato recentemente alle stampe per Armenio editore.

In quaesto libro Francesco Lazzara, racconta anche vicende sue  di vita vissuta e lo fa con la solita leggerezza che lo contraddistingue. Il libro si legge tutto d’un fiato e lo si apprezza per la capacità teatrale di raccontare le vicende della Gnà Maddalena, la cara affabulatrice, venuta a mancare improvvisamente per un attacco d’ilarità scompisciante che se l’è portata al mondo degli allegri quaquaraquà.

Attenzione quindi, che non succeda anche a voi, se avete la ventura di leggere il libro fino in fondo di Francesco Lazzara, maestro d’altri tempi ed educatore di ieri e di oggi.

copertina del libro
Longi