Orche marine avvistate nello Stretto

Messina – «Potrebbero essere loro, la speranza è che si siano spostate verso sud per riavvicinarsi allo Stretto di Gibilterra, anche se questo non sarebbe il percorso ideale». A parlare delle orche avvistate ieri nello Stretto di Messina è Clara Monaco della onlusMarecamp. In queste ore, insieme agli altri attivisti, sta monitorando lo Ionio nella zona antistante il Catanese, nella speranza di avvistare i tre esemplari immortalati ieri poco più a nord. Stando ad alcune similitudini, il gruppo di cetacei potrebbe essere lo stesso che, per diversi giorni, ha sostato davanti Genova. Una permanenza lunga e inusuale. «Sono rimasti lì perché è morto un cucciolo arrivato denutrito e, forse, anche malato», spiega la biologa marina.  Ad avvistare le orche è stato un pescatore sportivo.