Rosolini

Muore in un incidente stradale il portiere del Rosolini

Un 19enne è morto nella scorsa notte. Si chiamava Nino Malandrino, ed era il portiere della squadra di calcio del Rosolini, club d’Eccellenza. L’episodio è ancora tutto da ricostruire, ma è certo che  il giovane si trovava a bordo di un’automobile guidata da un amico, che ha terminato la sua corsa contro un muretto. Un impatto devastante che non ha lasciato scampo al talentuoso difensore. Feriti in maniera grave il guidatore ed un amico, anche loro calciatori del Rosolini di 20 e 23 anni, che sono stati soccorsi dagli uomini del 118 allertati da alcuni residenti della zona: al momento si trovano in prognosi riservata presso l’ospedale “Di Maria” di Avola.

L’impatto è avvenuto sulla strada provinciale che da Pachino porta a Rosolini, in località Luparello. Attorno alle ore 3  il mezzo ha lasciato la propria sede stradale e non è ben chiaro se per un colpo di sonno, una distrazione, un guasto tecnico o un errore umano. La cosa certa è che l’asfalto era molto scivoloso al momento dell’impatto, e non è da escludere che possa aver in qualche modo contribuito all’incidente. Il mezzo su cui viaggiavano era una city car della Fiat, una 500, che è andata quasi completamente distrutta dopo il violento scontro con il muretto. Sul posto, oltre agli uomini del personale sanitario del 118, sono giunti anche i carabinieri di Pachino nonché quello di Noto, che hanno eseguito tutti i rilievi del caso. Alla guida dell’auto vi era F.C. di 20 anni e neo-patentato: il ragazzo verrà sottoposto al test dell’alcol appena si riprenderà. I tre stavano rientrando da una serata passata in un locale di Rosolini.