Modica

Modica, rottweiler azzanna un bambino alla gamba

Un bambino di 8 anni è stato azzannato alla gamba da un rottweiler di proprietà al quartiere Dente di Modica, cavandosela con 13 punti di sutura e un grosso spavento solo grazie al tempestivo intervento di un passante, che lo ha sottratto dalla presa del grosso cane. La scampata tragedia, che avrebbe quindi potuto far registrare conseguenze ben più gravi, si è verificata nel primo pomeriggio dell’antivigilia di Natale (ma è stata resa nota solo ora), a pochi metri dalla chiesa di Sant’Anna, dove il bambino stava recandosi, accompagnato dalla madre e dalla sorellina di 11 anni per seguire la novena. Mentre il bambino precedeva di qualche metro la mamma e la sorellina, è comparso il rottweiler. Il piccolo, con una notevole dose di sangue freddo, è rimasto immobile, ma, vedendo che il cane gli veniva minacciosamente incontro, è tornato sui propri passi, cominciando a correre verso casa. Il bambino è quindi scivolato e il cane lo ha raggiunto, agguantandolo alla gamba sotto gli occhi terrorizzati della madre e della sorellina, che avevano seguito impotenti la terribile scena a qualche metro di distanza. Per fortuna al fatto ha assistito anche un modicano di mezza età che stava transitando al volante del proprio veicolo, arrestandone la marcia e correndo in soccorso del piccolo.

L’uomo ha quindi preso in braccio il bambino, che, nonostante il trauma, ha avuto la lucidità di sfilarsi la scarpina sulla quale il rottweiler aveva affondato i denti, non mollando la presa. Il coraggioso modicano è quindi riuscito ad allontanare il cane, mentre qualcuno ha nel frattempo chiamato l’ambulanza e la polizia locale, la cui pattuglia ha poi identificato il proprietario del cane lasciato incustodito sulla pubblica via. Nel frattempo il bambino, raggiunto dal padre avvisato della scampata tragedia, è stato trasportato al pronto soccorso dell’ospedale Maggiore, dove è stato medicato e dove gli sono stati applicati i 13 punti di sutura. Adesso il piccolo sta bene e sembra aver superato il trauma causato dalla disavventura che sarebbe potuta finire molto peggio. Il bambino per il momento non può però camminare e si aiuta con le stampelle, recandosi periodicamente in ospedale per le medicazioni del caso. Indagini sono  in corso per meglio chiarire la dinamica dell’incidente, accertando come il cane sia sfuggito al controllo del proprietario, vagando da solo per il quartiere dove, vedendo il bambino, gli si è avventato contro.