Floresta

FLORESTA – Pronto il sostituto in Giunta di Nino Ferro

Già pronto il cambio di guardia nell’esecutivo di Cappadona. “Ringrazio Nino Ferro per quanto fatto, per l’apporto costruttivo fornito in questi mesi di collaborazione” ha sottolineato il sindaco commentando l’ufficializzazione delle sue dimissioni.
Si è quindi dimesso, dalla carica di assessore Antonino Ferro.
Una scelta che era nell’aria  e che Ferro aveva già manifestato di attuare in giunta ai suoi colleghi ed allo stesso sindaco.
Un incarico che  l’ex commissario straordinario del Parco dei Nebrodi manteneva da sei mesi, costruito verso l’attuazione di alcuni progetti operativi e per l’attuazione della stessa “Ottobrando”.
“Le mie dimissioni sono dettate sia da motivazioni personali e di lavoro” spiega Ferro che poi punta l’indice “sulla scarsa possibilità che i piccoli comuni, come Floresta, hanno di emergere con i continui tagli che subiscono” specificando di aver “in questi mesi sempre lavorato nell’interesse delle comunità che ho rappresentato e non mi va di tenere calda la poltrona senza possibilità di raggiungere i risultati sperati”.
Il sindaco Cappadona ha voluto subito ringraziare per quanto fatto il suo ex amministratore, sottolineando la sua professionalità e le sue capacità. “C’è sempre stato dialogo aperto, a volte anche duro, nel reciproco rispetto, collaborando verso mete comuni”. Ferro rimane sempre un punto di riferimento, per le sue competenze e esperienze e l’ultima cosa che desidero sole i chiacchiericci sui queste dimissioni che come dice il mio ex assessore sono dettati da motivi di lavoro e personali”.
Poi Antonino Cappadona aggiunge. “Ai miei detrattori dico che in seno alla giunta non ci sono diatribe. E’ già pronto il quarto assessore che prenderà il posto di Nino Ferro in un sereno avvicendarsi di componenti amministrative”.
“Sono sereno – conclude Cappadona – sul futuro politico di Floresta, questo appartiene alle libere scelte dei cittadini, al loro giudizio scevro da interessi”. Antonino Ferro era stato nominato assessore lo scorso maggio 2019 occupandosi dei settori relativi all’attività delle politiche dello sviluppo montano e delle aree marginali, agricoltura, ambiente, tutela del territorio, finanziamenti comunitari, verde pubblico e decoro urbano.