Messina terremotata

Il terremoto dell’11 Gennaio del 1693 provocò 60.000 morti

Oggi 11 gennaio viene ricordato il terribile terremoto del 1693 che distrusse mezza Sicilia orientale. Le vittime furono almeno 60.000 ma c’è chi scrisse di ben 93.000. Un solo “ricordo” è ancora presente, ovvero il borgo di Occhiolà. La vecchia Grammichele. La cittadina di Noto sta ospitando la settima edizione di “Nella ferita la cura”, iniziativa promossa dall’Archeoclub di Noto e che quest’anno in Sala Gagliardi affronterà il rapporto tra Noto Antica e i Bizantini.
E al Teatro Tina Di Lorenzo è in programma la cerimonia di consegna del Premio Noto Antica.
Quest’anno il riconoscimento istituito dall’amministrazione comunale netina sarà consegnato al prof. Michele Luminati e, postumo, al prof. Sebastiano Tusa. Durante la cerimonia è prevista anche la firma del patto di gemellaggio tra Noto, Palmi e Cerreto Sannita.