Covid-19, primo caso a Capo d’Orlando

Il Sindaco di Capo d’Orlando, Franco Ingrill’, con la discrezione propria di questi casi, ha dato notizia secondo la quale l’ASP di Messina gli ha comunicato “che il tampone effettuato su un uomo residente a Capo d’Orlando ha dato esito positivo”. Il nostro concittadino prosegue Ingrillì, lavora in una residenza sanitaria del comprensorio in cui è stato registrato qualche caso di Covid-19.
“E’ opportuno precisare che questa persona insieme alla sua famiglia si trovava da qualche giorno in isolamento domiciliare. Abbiamo già attivato la procedura prevista dal protocollo per la gestione del caso che stiamo seguendo costantemente. Le condizioni di salute generali sono buone e, a nome dell’intera comunità orlandina, gli auguriamo una pronta guarigione.
Non ci sono ragioni di allarmismo in quanto, dai riscontri fatti, non ha avuto contatti al di fuori dell’ambito familiare e lavorativo, cioè nelle residenze sanitarie dove presta servizio. A tal proposito, oggi, a solo scopo precauzionale, così come prevede la procedura, verranno eseguiti tamponi sul personale e sui degenti della struttura di via Torrente Forno di cui ho potuto personalmente apprezzare la professionalità, l’attenzione alla sicurezza e la cura con cui vengono assistiti i pazienti. Ovviamente terremo aggiornata tempestivamente la cittadinanza sull’evolversi della situazione.

Si stanno completando i necessari riscontri riguardo eventuali contatti esterni, rassicura il sindaco orlandino, ma l’invito che si rinnova per tutti è quello di rimanere a casa ed uscire solo per reali motivi di necessità”.

Al nostro concittadino, a nome di tutta la comunità orlandina, i migliori auguri di una pronta guarigione. Ai cittadini vogliamo ricordare che il coronavirus non è la peste di Milano del 1640 di manzoniana memoria e che il medico infettato è una persona oltre che attenta e scrupolosa, un cittadino modello. Pertanto, ci uniamo incondizionatamente agli auspici bene auguranti del sindaco di Capo d’Orlando.