Ospedale Patti

Sette militari della Guardia di Finanza di Patti positivi al coronavirus. Anche in alcuni paesi dei Nebrodi è arrivato il contagio.

Sono 7 i militari della Guardia di Finanza della Tenenza di Patti risultati positivi al coronavirus. Il dato è parziale ed è ancora in corso lo screening, avviato dopo lo sgombero della caserma avvenuto giovedì scorso. Alcuni tamponi dovranno infatti essere somministrati nuovamente perché il primo risultato non è stato considerato affidabile. Tutti stanno bene, non presentano alcun sintomo e già da giovedì scorso sono in isolamento volontario.

Il focolaio all’interno del presidio delle fiamme gialle di Patti è attribuito alla presenza di un militare la cui moglie, infermiera all’Ircss Neurolesi, era stata contagiata in servizio. Adesso i militari affetti da Covid-19 dovranno rimanere in quarantena, mentre per pianificare il ritorno in operatività della tenenza bisognerà attendere il risultato complessivo degli esami effettuati tra venerdì scorso e ieri.

In Provincia di Messina il numero dei contagiati sta salendo lentamente. Proprio ieri il sindaco di Gioiosa Marea Ignazio Spanò ha reso noto che nel centro ci sono due contagiate. Si tratta di 2 donne in quarantena perché rientrate dal nord dopo il 14 marzo. Il primo cittadino assicura che da quando sono tornate al paese non hanno avuto contatti con l’esterno, ed ora resteranno in isolamento almeno fino al secondo tampone. Anche loro stanno bene e non presentano sintomi.

Mentre a San Marco d’Alunzio il focolaio della casa di riposo contagia anche un medico.