Cavalcavia autostrada A29 Mazara-Palermo

Il Consorzio Autostrade Siciliane nel mirino della magistratura

Torna a tremare il Centro per le autostrade siciliane dopo l’indagine «Fuori dal tunnel» della DIA di Messina. Nel corso delle verifiche è stato scoperto un giro di appalti facilitati. In particolare due funzionari, Angelo Puccia che si trova agli arresti domiciliari ed Alfonso Edoardo Schepisi, che appaltavano lavori a ribasso.
Nel mirino degli inquirenti la riapertura delle due gallerie «Madonna del Tindari» e «Capo d’Orlando» dell’autostrada «Messina-Palermo». Due gallerie importanti per la sicurezza stradale ma che gli inquirenti ritengono siano stati aggiudicati a poco prezzo, con gare che venivano chiuse in fretta, perché pilotate a piacimento dai due tecnici per favorire qualche impresa del territorio amica.