Santa Teresa di Riva, in coma bagnimo sardo per aver bevuto detersivo

Grave incidente in uno stabilimento balneare di Santa Teresa di Riva, nel Messinese, suo malgrado, un dipendente della struttura, il “Lido Lime”situato sulla spiaggia all’estremità nord del paese dove svolge l’attività di bagnino, che si trova adesso ricoverato in ospedale in gravi condizioni. Erano le 23.45 e l’uomo, il 25enne S. A., di origini sarde, si trovava nello stabilimento e stava dialogando con un’altra persona, quando ha impugnato una bottiglia di plastica trovata su un piano del locale, credendo probabilmente che contenesse acqua minerale, aprendola e versandone il contenuto in un bicchiere per poi berlo. In realtà, però, al suo interno vi era detersivo e di conseguenza è scoppiato immediatamente il panico. Una volta ingerito il liquido, infatti, il 25enne si è immediatamente reso conto di aver bevuto una sostanza diversa e ha tentato di vomitarla per evitare gravi conseguenze: il giovane è stato trafitto da dolori lancinanti e ha iniziato a urlare richiamando l’attenzione di quanti si trovavano all’interno dello stabilimento balneare ma anche di alcuni passanti che erano sul lungomare santateresino. In quella bottiglia, si è scoperto poco dopo, vi era del brillantante per lavastoviglie, una sostanza a base di ipoclorito di sodio ed idrossido di potassio.

Non appena scattato l’allarme, quanti si trovavano intorno a lui hanno tentato di soccorrerlo e contemporaneamente è stato chiesto l’intervento dell’ambulanza del 118, giunta pochi minuti dopo al “Lime” dalla postazione di Letojanni: il bagnino, rimasto cosciente ma in evidente stato di panico, ha ricevuto le prime cure a bordo del mezzo di soccorso, che poi lo ha condotto in codice rosso al pronto soccorso del Policlinico di Messina: qui è stato subito intubato visto che l’ingestione della sostanza caustica gli ha provocato lesioni all’esofago e allo stomaco e poi è stato trasferito nel reparto di Rianimazione dell’ospedale “Piemonte”, dove si trova tuttora. Le condizioni del 25enne sono gravi, al momento si trova in coma farmacologico e il suo stato di salute è costantemente monitorato dai medici. Sull’accaduto hanno svolto accertamenti anche i Carabinieri, che hanno riscontrato come si sia trattato di un incidente senza il coinvolgimento di terzi.