Nuovi casi positivi a Gioiosa Marea e Montalbano Elicona. Giallo sul caso di Capo d’Orlando

Salgono a otto i pazienti ricoverati al Policlinico di Messina perché affetti da Covid 19. Ai sette del focolaio dell’Ortopedico di Ganzirri si è aggiunto nelle scorse ore un paziente proveniente dal Nord Italia, il cui primo tampone è stato effettuato al Cutroni Zodda di Barcellona e adesso attende il test di conferma al nosocomio universitario.

Le sue condizioni non sono gravi ma viene tenuto sotto osservazione. Attualmente si trova ricoverato al Padiglione C, dove al primo piano sono state trasferite, nella “fase due” dell’emergenza, tutte le attività relative al Coronavirus e alle malattie infettive. Due sono invece coloro che si trovano in Terapia Intensiva.

Intanto dalla provincia sono stati registrati altri tre casi. Due a Gioiosa Marea, coi diretti interessati che si trovano adesso in isolamento domiciliare. “In attesa di fornire alla cittadinanza ulteriori informazioni si raccomanda vivamente l’osservanza delle disposizioni normative di contrasto alla diffusione del contagio”, si legge in un comunicato diffuso dal sindaco Ignazio Spanò

Un altro caso è stato segnalato a Montalbano Elicona, un giovane palermitano non residente ma al momento domiciliato assieme alla famiglia, tornato di recente da una vacanza a Malta (su disposizione del sindaco Filippo Taranto è stato posto in quarantena l’intero nucleo e poi sottoposto a tampone, che ha dato per tutti esito negativo). E sempre di rientro da Malta, sarebbero stati segnalati altri sei casi nel Messinese, tutti ora in isolamento domiciliare. Compreso quello di un orlandino di ritorno da una vacanza a Malta con un altro gruppo di amici su cui vige il massimo riserbo.

Un altro caso, di un soggetto in vacanza in Sicilia, invece, è stato accertato a Torregrotta. “Immediatamente contattato, ci ha riferito che i sintomi – peraltro non gravi – della malattia si sono manifestati già il giorno dopo il suo arrivo, che vive in assoluto isolamento, che nei pochi contatti sociali avuti nelle poche ore intercorse tra il suo arrivo e l’insorgenza dei sintomi ha sempre osservato la cautela della distanza di sicurezza e della mascherina”, hanno fatto sapere dal Comune tirrenico.