Torniamo sulla notizia della candidata sindaco a Naso minacciata: “Non mi ritiro”

Naso – Irrompe nella campagna amministrativa di Naso il solito buontempone oppure un ingenuo criminale? E’ stato fatto recapitare un biglietto minatorio alla candidata a sindaco di Naso, Gisella Pizzo. “Clima elettorale pesante, pressioni perché non mi candidi”. Ma lei non si ritira e fa bene.
Gisella Pizzo, destinataria della lettera minatoria lasciata sul parabrezza della sua auto ostenta un certo coraggio e manda, a sua volta, un segnale preciso a chi vorrebbe facesse un passo indietro. Un bigliettino, consegnato ai carabinieri della locale stazione, che la invita a non candidarsi, per il bene suo e della sua famiglia.
A Naso si vota il prossimo 4 e 5 ottobre, e Gisella Pizzo è il secondo nome nella lista dei tre candidati che corrono per lo scranno più alto del comune con la Lista “Uniti per Naso”. Se il buongiorno si vede dal mattino… altro che uniti! In corsa ci sono anche Gaetano Nanì, che rappresenta la continuità e il consigliere comunale uscente Sara Caliò.