L’Assessore Colombo “amareggiato per il recente comunicato della Pro Orlandina” ingiustamente chiamato in causa

Lungi dal voler prendere le difese, o peggio, puntare l’indice verso l’uno o verso l’altro, interveniamo in quella che potrebbe sfociare in un risentimento senza fine. Parliamo dell’assessore Fabio Colombo e di Roberto Curasì presidente dell’Orlandina Calcio.
Da ex giocatore, da ex tifoso, vecchio sportivo ed anche ex dirigente in un’epoca che ha visto alla guida della Società Sportiva Orlandina il compianto Peppe Ingrillì, recentemente scomparso, l’assessore Colombo dichiara di essere giustamente parecchio amareggiato per i toni usati da Roberto Curasì, in un comunicato che, “nelle attuali istituzioni ha sempre trovato la porta aperta”.
Conoscendo l’assessore Colombo non abbiamo il minimo dubbio che dica la verità e che, probabilmente, Curasì poteva essere un po’ più accorto. Ma a giustificazione dell’attuale presidente dell’Orlandina Calcio, ci sentiamo di dire che negli ultimi anni il buon Roberto ha tentato in tutti i modi di mettere una pezza al giocattolo che ha preso in mano e che le continue rinunce, i continui voltafaccia di alcuni, lo hanno profondamente segnato.
Ecco perchè, non è il caso di schierarsi da una parte o dall’altra. L’unica cosa a questo punto che rimane da fare, è un buon caffè da sorseggiare insieme: Fabio e Roberto, finchè morte non ci separi. Facendo i dovuti scongiuri. Non si sa mai. Dimenticavo: i caffè a questo punto non potrei che pagarli io!