Si muore di Covid anche in Sicilia, casi in rialzo

Sono 61 i nuovi casi coronavirus diagnosticati in Sicilia nelle ultime 24 ore secondo l’ultimo bollettino del ministero della Salute. Un rialzo quindi dopo i 44 casi di sabato che erano però stati registrati fronte di oltre 4.000 tamponi processati dal sistema sanitario regionale. Stavolta invece, come avviene solitamente nel weekend, c’è stato un netto calo nei test: 2.726 quelli effettuati.
Da segnalare anche la ripresa dei decessi che nel bollettino passano da 289 a 290 sebbene siano state due le vittime segnalate a Palermo. Ma si è scoperto dopo che l’incremento di una vittima si riferisce a un paziente della provincia di Catania che è deceduto a Messina. Quindi i morti nelle ultime 24 ore sono stati tre ma due verranno conteggiati nel prossimo bollettino.
I 61 nuovi contagi portano il totale degli attuali positivi in Sicilia a 1.793 (ieri erano 1.747), di cui 1.656 in isolamento domiciliare, 120 ricoverati in ospedale con sintomi (+4 rispetto a ieri) e 17 gravi ricoverati in Terapia intensiva (1 in meno di ieri). I casi totali di coronavirus dall’inizio della pandemia sono invece 5.241, le guarigioni sono 3.158 (14 in più di ieri), mentre i decessi come detto salgono a 290 in attesa del conteggi di altre due vittime.
Per quanto riguarda invece la distribuzione geografica dei casi, è Catania la città che fa registrare l’incremento maggiore, con 26 nuovi contagi, poi c’è Palermo con 25, Siracusa con 4, Enna, Ragusa e Agrigento con 2, mentre le altre province non fanno registrare nuovi positivi. La Regione siciliana comunica che dei 61 positivi di oggi, 3 sono migranti (1 a Siracusa e 2 a Ragusa).