Scuola digitale, arriva PoK per studenti e docenti

Oltre mille video lezioni, corredate di testi, quiz interattivi e mappe concettuali per la didattica a distanza. Programmi di studio completi e aderenti alle indicazioni nazionali del Ministero dell’Istruzione, elaborati per 13 materie e redatti da docenti ed esperti provenienti dalle migliori università del mondo: Scuola Normale Superiore di Pisa, University of Cambridge, University of Oxford, University of the Arts London, Centro Sperimentale di Animazione. Tutto questo, e molto altro, è l’innovativa piattaforma online PoK, acronimo di “Power of Knowledge”, espressione inglese che riassume al meglio filosofia e ‘mission’ del progetto: offrire a tutti un accesso veloce e conveniente a contenuti educativi di qualità, perché – come già sapevano filosofi come Bacone e Hobbes – la conoscenza è potere. Tredici le discipline da esplorare: Biologia, Chimica, Divina commedia, Filosofia, Fisica, Letteratura greca, Letteratura italiana, Letteratura latina, Lingua greca, Lingua latina, Matematica, Scienze della terra, Storia. Un progetto di scuola digitale completo e moderno (già utilizzato da migliaia di studenti e insegnanti), che può rappresentare un valido supporto per far appassionare i ragazzi all’apprendimento, facilitare il lavoro dei docenti e migliorare la qualità dell’insegnamento.

L’obiettivo è dunque contribuire alla digitalizzazione dell’istruzione (Piano nazionale scuola digitale) e fornire un valido supporto per colmare il performance gap, sia tra Italia ed estero che tra Regioni italiane, anche grazie a un’offerta personalizzata: abbonamenti per singola materia o pacchetto completo, differenziati inoltre per studenti, insegnanti e scuole, con la possibilità di effettuare anche prove gratuite.

“Con PoK abbiamo voluto offrire il meglio della didattica digitale – spiega Federica Della Grotta, docente di filosofia e program manager della piattaforma digitale -. Credo fortemente che PoK sia quell’elemento che mancava nel panorama della didattica online in Italia. E in questo momento così particolare per la comunità scolastica, alle prese con la delicata riapertura delle scuole, speriamo davvero di poter essere d’aiuto ai 3 milioni di studenti e insegnanti delle superiori”.

Nel primo caso: metodo di studio su misura per nativi digitali; lezioni interattive e coinvolgenti; possibilità di studiare ovunque senza il peso dei libri; rapida comprensione e memorizzazione degli argomenti scientifici grazie alla possibilità di visualizzare immediatamente i concetti nei video; verifica dell’apprendimento con quiz interattivi; ripasso in maniera efficace con le mappe concettuali; accesso inclusivo a un’istruzione di qualità per tutti gli studenti.

Per gli insegnanti: materiali garantiti basati sulle linee guida MIUR per apprendimento misto e didattica a distanza; video lezioni che completano i materiali usati in classe; quiz interattivi con risposte modello; accesso tramite LIM, smartphone, tablet, computer; materiali pronti per realizzare con gli studenti la “classe capovolta” (studio individuale a casa e verifiche in classe, come raccomandato dallo standard internazionale PISA). Per le scuole: unica piattaforma per la didattica in classe e a distanza; una soluzione completa per la scuola digitale; integrazione con Google Classroom e piattaforme in uso; un software gestionale completo con strumenti avanzati per la creazione di classi virtuali private, lavagna virtuale, gestione digitale di tutti i processi amministrativi della scuola.