Giovani e Futuro, binomio vincente anche in politica?

Ci siamo interrogati, più e più volte, sulla secolare e incontrovertibile affermazione, secondo la quale “I Giovani rappresentano il futuro di un popolo”. Noi oggi, non vogliamo discettare chiamando in causa i giovani di un mondo a noi lontano, ma quelli di casa nostra, quelli della porta accanto che vediamo ed incontriamo tutti i giorni per le strade o nelle piazze della nostra città.
Ne parliamo, naturalmente, in virtù del fatto che nella prossima primavera la cittadina di Capo d’Orlando sarà chiamata a rinnovare la classe dirigente e noi, tentiamo di capire avendo troppe primavere sul groppone senza aver mai visto la luce abbagliante di un nuovo giorno, potrà finalmente sperare di concretizzare uno dei suoi due sogni: l’irruzione benefica, salutare e massiccia di partecipazione dei giovani alla vita democratica. (Per il secondo sogno, vi rimandiamo in una prossima corrispondenza).
Sappiamo già cosa risponderebbero questi giovani se li interrogassimo. Anche per averlo sentito tante volte: “la politica è sporca, i politici sono tutti uguali e che la cosa migliore è starsene lontano da tutto e da tutti”. In verità, se i giovani e non solo loro, ripetono da tempo immemore queste frasi, qualche ragione dovranno pur averla: gli esempi che hanno davanti e che toccano con mano ogni giorno di più, non lasciano spazio alla fantasia.
Però, tutta questa fatalità a lungo andare, potrebbe apparire ed essere vista come un piccolo espediente per non assumersi delle precise responsabilità. Nel senso che, al di là della ragione che ognuno potrà sventolare sotto il naso, c’è un tempo per tutte le cose. Ed oggi, riteniamo che non sia il tempo di stare a guardare e criticare ma rimboccarsi le maniche possibilmente accanto a persone di comprovata moralità, esperienza e capacità.
Quindi, in chiusura, ai giovani che amano ancora questa città, li esortiamo a scendere in campo, mettendo da parte, almeno per una volta, riserve mentali e giustificati pregiudizi e diano una nobile prova a mettersi al lavoro per salvare un paese prima che naufraghi tra le onde tempestose e melmose di un mare un tempo azzurrissimo e che finisca irreparabilmente tra le mani di soggetti infetti. Anche e, soprattutto, per ricordare che la politica, s’è fatta al servizio dei cittadini, ha un significato di grande nobiltà!