Cisl FP Messina

Lavoro agile al Comune di Messina, la Cisl Fp chiede tavolo di confronto per stabilire le modalità di attuazione e l’organizzazione delle attività

19 novembre ’20 – La Cisl Fp di Messina, attraverso una lettera invita al direttore generale del Comune e al sindaco, torna a chiedere l’immediata convocazione di un tavolo di confronto affinché, nelle more di una definizione contrattuale specifica del rapporto di lavoro agile, venga garantita una coerente applicazione delle attività di lavoro svolte in forma agile.

«L’acuirsi della crisi epidemiologica in corso ha richiesto l’adozione di più stringenti misure di

contenimento così come disposto dal DPCM 3 novembre 2020 – sottolineano il referente aziendale Alfredo Mobilia e le Rsu Santi Prestipino Giarritta, Pancrazio Puglia, Maria Rita Rizzo e Giacomo Triglia – Il confronto, quindi, è quanto mai opportuno per definire le modalità attuative del lavoro agile visto che la previsione è che almeno il 60 per cento dei dipendenti possa avvalersene, garantendo che gli stessi non subiscano penalizzazioni ai fini del riconoscimento di professionalità e della progressione di carriera».

La Cisl Fp ritiene che il tavolo, come prevede la normativa vigente, potrà anche essere la sede nella quale definire le misure organizzative, i requisiti tecnologici, i percorsi formativi del personale e gli strumenti di rilevazione e di verifica periodica dei risultati conseguiti, anche in termini di miglioramento dell’efficacia e dell’efficienza dell’azione amministrativa, della digitalizzazione dei processi, nonché della qualità dei servizi erogati.