Sulla votazione al Mes, l’ombra di una crisi di governo

Il 9 dicembre sarà l’ultimo giorno di questo governo? Il voto a favore o contro il Fondo Salva Stati del 9 dicembre non sarà solo un voto sulla riforma del Mes, anche sull’affidabilità del governo Conte numero 2. E’ di ieri la lettera con la quale 42 deputati e 16 senatori grillini hanno minacciato di bloccare la ratifica del nuovo Mes, subordinandola ad una serie di condizioni mirate a ottenere il no esplicito all’utilizzo della linea di credito destinata alla sanità. E’ una lettera che metterà i parlamentari giallorossi con le spalle al muro… o la và o la spacca. Quindi il pericolo di una crisi pre-natalizia sempre più corpo. Il presidente Mattarella non avrebbe scelta, e si visualizza l’ipotesi di un ritorno alle urne se il Mes non riscuotesse la maggioranza dei voti delle due Camere Parlamentari.