Aurelio Pes nel ricordo di Carmelo Germanà

Capo d’Orlando – A pochi giorni dalla morte del Consigliere di Amministrazione della Fondazione Famiglia Piccolo di Calanovella, Aurelio Pes, scrittore, poeta, drammaturgo, critico musicale, Carmelo Germanà lo ricorda con queste parole: “Conobbi Aurelio Pes molti anni fa tramite Bent Parodi, compianto e storico Presidente della Fondazione Piccolo, Ente di cui ero giovane amministratore. Aurelio era già innamorato delle liriche di Lucio Piccolo e grande estimatore della creatività di Casimiro, barone di Calanovella…Bent lo volle nel CdA dell’Ente per affidargli anche il ruolo di Direttore artistico, incarico svolto mirabilmente fino ad oggi. Nelle vesti di Consigliere anziano, in un momento di vacatio della Presidenza, coadiuvò il salvataggio dell’Ente, con altri Amici legati fortemente alle migliori sorti della Fondazione.

Con lui ho avuto il privilegio di collaborare per la realizzazione degli innumerevoli eventi culturali svolti nell’ambito delle  attività istituzionali della Fondazione, anche fuori sede. Fu l’ideatore, oltre che il direttore, della raffinata collana “I Quaderni dell’Almagesto”, un compendio di Opere esclusive, tra le quali: “Raniero, il Principe Mago” di B. Parodi; “Araldica, mito e gioielli in Sicilia” di K. Cimò; “Sicilia Pagana” di E. Manni; “L’archivio storico della Famiglia Piccolo” di A. Corradini, “Caliostro Rebis” dello stesso Pes. Ed ancora opere di William Blake (di S. Pitruzzella) ed Anna Acmatova …Grazie. Grazie di tutto Aurelio, mi mancherai, ci mancherai”.