Campofiorito

Viene multato e lancia molotov contro la caserma dei carabinieri di Campofiorito

Bottiglie incendiarie lanciate contro la caserma dei carabinieri di Campofiorito, nel Palermitano, da un 21enne, “risentito per essere stato multato a Palermo dopo avere violato le norme anti Covid”. Lo ha reso noto il generale Arturo Guarino, comandante provinciale dei carabinieri di Palermo, sul danneggiamento della caserma avvenuto nella notte tra il 26 e il 27 dicembre scorsi.
Il giovane è stato fermato dai carabinieri della Compagnia di Corleone per fabbricazione e porto d’armi da guerra e danneggiamento aggravato seguito da incendio. E’ accusato di avere fabbricato e lanciato tre bottiglie incendiarie contro la stazione dell’Arma ed è stato condotto nel carcere di Termini Imerese in
attesa della convalida da parte delle gip. “Il danneggiamento non è stato d’impeto ma è stato organizzato – ha aggiunto il comandante Guarino.