Licata (AG) “Si è scagliato contro il capitano dei carabinieri”, arrestato pescatore

Licata (AG)
Licata (AG)

Si è scagliato contro il capitano dei carabinieri della compagnia di Licata, Marco Currao. L’ufficiale è rimasto ferito ad una mano ed è finito al pronto soccorso dell’ospedale “San Giacomo d’Altopasso” dove i medici gli hanno diagnosticato un trauma guaribile in una settimana circa.

E’ stato arrestato – nella tarda mattinata di ieri – Michele Cannizzaro, pescatore ventottenne di Licata. Nel pomeriggio, si è tenuta la direttissima ed il giovane ha patteggiato. E’ stato condannato ad otto mesi di reclusione, pena sospesa ed affidamento ai Servizi sociali.

Durante la mattina, una pattuglia dei carabinieri era intervenuta in un bar del centro. C’era una persona che, ubriaca, dava fastidio ai passanti. Dopo l’intervento dei carabinieri, tutto sembra essere tornato a posto. In realtà, poco dopo, i militari dell’Arma sono stati costretti a tornare nello stesso posto e questa volta hanno portato in caserma il giovane.

Il ventottenne, appunto, sarebbe andato immediatamente in escandescenze e si è scagliato contro il capitano dei carabinieri della compagnia. L’ufficiale per evitare di essere colpito al volto, ha alzato una mano ed è proprio alla mano che è stato raggiunto con violenza. E’ scattato, dunque, l’arresto in flagranza di reato.