L’avvocato Decimo Lo Presti futuro sindaco di Capo d’Orlando?

Tra le personalità politiche che stanno facendo il giro del paese di bocca in bocca in vista delle presentazione delle liste per le amministrative di Capo d’Orlando del 10 e 11 ottobre, è comparsa quella di Decimo Lo Presti, avvocato, professionista allo sbaraglio. Non ce ne voglia l’interessato, ma se la notizia trovasse conferma, ci siamo chiesti a chi sia venuta la brillante idea di candidarlo sindaco della cittadina tirrenica afflitta da mille problemi e tutti di difficile
risoluzione anche per un brillante principe del foro come lui.
Senza esperienza e senza la minima conoscenza della macchina amministrativa che si acquisisce lavorando sul campo, troverebbe mille difficoltà. E non basterebbe la collaborazione del suo collega Rosario Ventimiglia che i bene informati lo vorrebbero al suo fianco come vice.
Ventimiglia, a differenza di Lo Presti, un po’ di esperienza l’ha già fatta con un mandato sindacale espletato nel suo paese di origine: San Salvatore di Fitalia. Una sindacatura consumata senza infamia e senza lode tanto da consigliarlo a rinunciare alla sua seconda sindacatura. Giuseppe Pizzolante rimessosi in sella al posto dell’amico, è dotato di tutt’altra
pasta rispetto a Ventimiglia.
Per tornare all’avvocato Decimo Lo Presti, ricordiamo a noi stessi che tra qualche settimana il panorama politico orlandino sarà meno nebuloso, dovremmo saperne qualcosa di più. I tempi stringono e la cera squaglia e quindi bisogna correre per non finire in castigo. Quello è un compito che spetta all’elettorato che ha sempre ragione anche quando sbaglia.