Masso si stacca e ostruisce il transito tra Torrenova e Sant’Agata Militello. Situazione critica anche ad Alcara Li Fusi

Il dissesto idrogeologico ad Alcara li Fusi, rischia di non fare più notizia. Frequenti smottamenti distacchi
di materiali che ad ogni pioggia interessano tutto l’hinterland alcarese. Le precipitazioni di straordinaria
intensità e violenza che hanno sferzato la Sicilia hanno creato grossi danni e disagi, causando frane,
smottamenti, distacchi di materiali dai costoni in varie parti del comprensorio dei Nebrodi, quelle
storicamente già più esposte ed interessate dal rischio idrogeologico. La situazione più preoccupante ad
Alcara Li Fusi, dove un consistente quantitativo di massi e materiale roccioso è precipitato sulla strada
nella notte tra mercoledì e giovedì, interrompendo l’arteria interna che dal centro abitato alcarese
conduce in località Pietramì. Rimasta dunque per ore isolata l’intera zona, nella quale ci sono diverse
abitazioni, con una decina circa di nuclei familiari che vi risiedono, numerosi terreni privati ed aziende
agricole e zootecniche.
Sin dalle prime ore dell’alba di ieri sul posto la polizia locale e personale comunale, con il sindaco Ettore
Dottore che ha subito mobilitato l’intervento di un mezzo di un’impresa per sgombrare almeno una parte
della carreggiata e liberare dall’isolamento i residenti della frazione, trattandosi dell’unica via di
collegamento col centro urbano. Già allertata una squadra di rocciatori, che stamani interverrà sul
costone per verificarne la stabilità e programmare gli interventi di messa in sicurezza. Una fortuna che la
frana si sia verificata in pena notte, quando nessuno si trovava a passare in quella strada solitamente
abbastanza trafficata – ha commentato il sindaco Dottore –.
Nel pomeriggio di ieri, invece, paura sulla statale 113 tra Torrenova e Sant’Agata Militello per la caduta
di un grosso masso sulla carreggiata. È successo nella zona a ridosso del ponte sul torrente Rosmarino,
in territorio di Torrenova. Un vero e proprio miracolo che il masso, che ha invaso un’intera corsia di
marcia, non abbia centrato nessuna auto in una strada ad alta densità di traffico.
Un’altra frana ha invece interessato il territorio di Militello Rosmarino, al km7 della provinciale 161 bis in
località Scurzi, con pericolo di cedimento di un muro di contenimento sotto sede stradale. Sul posto i
tecnici per le verifiche.
Caduta massi, infine, anche a Brolo sul versane rupe Castello ed allagamenti nel centro abitato, che
hanno richiesto l’intervento del locale nucleo dei volontari di protezione civile.