Il ciclone si è rafforzato ad uragano mediterraneo

Si è rafforzato fino ad essere classificato come uragano mediterraneo, con venti di oltre 100 km/h, il
ciclone che sta impattando sull’Italia con alluvioni in Calabria e in Sicilia, come nel resto del Sud. Lo fa
sapere Antonio Sanò, direttore e fondatore de iLMeteo.it, precisando che domani il vortice colpirà anche
le regioni del Centro con piogge diffuse. Al Nord, invece, il tempo migliorerà con più sole e l’ingresso di
venti tesi di Bora e Grecale che faranno diminuire le temperature notturne. Il ciclone influenzerà il tempo
al Sud per tutta la settimana, e sempre soprattutto la Calabria e la Sicilia ioniche, ma da giovedì anche la
Puglia meridionale. Poi in concomitanza con il weekend di Halloween e la Festa di Ognissanti una
perturbazione atlantica potrebbe rovinare i piani del ponte festivo.
Oggi il centro di bassa pressione, formatosi addirittura nelle Isole Baleari, ha raggiunto il Mare di Sicilia.
Sanò avvisa che il ciclone provocherà un’intensa e persistente ondata di maltempo che si abbatterà con
estrema violenza soprattutto sulla Calabria dove sono attese alluvioni su gran parte delle province della
regione, in special modo sui settori ionici. Ma piogge battenti e venti a più di 100 km/h colpiranno anche
la Sicilia e la Basilicata e localmente anche la Campania.