Il Consiglio Comunale approva il Documento di programmazione 2022-24

La maggioranza consiliare, con 13 voti favorevoli e l’astensione di Antonio Foti, ha approvato il “Documento Unico di Programmazione (DUP) –periodo 2022-2024- e, con identica votazione ha dato alla delibera l’immediata esecutività.
In sede di esposizione della proposta di delibera è stata data anche lettura dei pareri favorevoli di
regolarità tecnica e contabile e il pronunciamento dei revisori dei conti, per i quali, sul documento
unico di programmazione, per gli effetti programmatici rappresentati nella sezione strategica ed
operativa, il cui quadro costituiva in parte la formazione del bilancio di previsione nelle sue linee
programmatiche, veniva rilevata “l’impossibilità di rilasciare un parere mancando l’approvazione
dello schema di bilancio di previsione”, per cui veniva espresso soltanto “un motivato giudizio di
congruità, coerenza e attendibilità contabile nelle previsioni di bilancio e dei programmi e dei
progetti rispetto alle previsioni contenute nel DUP”.
Il gruppo Lorenzo Italiano Sindaco, lamentava l’assenza dei componenti del collegio dei revisori
dei conti, mentre con intervento dello stesso capogruppo Lorenzo Italiano evidenziava come gli
stessi revisori, nella formulazione del parere, avessero posto rilievi, senza poi esprimere però alcun
parere, nonostante fosse obbligatorio un loro pronunciamento, in senso positivo, o negativo.
All’assessore al bilancio, Roberto Mellina, lo stesso sollecitava una spiegazione politico-
amministrativa sul documento, alla luce pure dei rilievi formulati nel parere dei revisori, che non è
stato motivato, ma condizionato. L’assessore Mellina indicava l’obiettivo dell’amministrazione, che
è quello che tende a portare a normalizzazione la situazione del Comune.
Ricollegandosi alla relazione del sindaco, Mellina ha sostenuto che si sta creando progettualità,
tant’è che arrivano contributi e finanziamenti che consentono di realizzare opere pubbliche. Il
prossimo piano triennale sarà frutto di nuova organizzazione –ha concluso- con la previsione di
concrete realizzazioni e non più un libro dei sogni.
Sull’azione svolta in commissione consiliare ha riferito Santi Michele Saraò, mentre sull’aspetto
tecnico del documento unico di programmazione ha riferito la dirigente settore finanze Antonella
Locantro, fissando l’aggiornamento entro il 15 novembre con l’approvazione in giunta del bilancio
di previsione.
Infine, le dichiarazioni di voto, con Lorenzo Italiano che ha reso oggetto delle stesse il contenuto
del suo precedente intervento, e, ribadendo la carenza del parere dei revisori dei conti sul DUP,
prima della votazione, con il suo gruppo abbandonava l’aula.