Biglietti AMAT falsi, in 28 verso il processo

Una stamperia clandestina e una rete di edicolanti, tabaccai, distributori, con la complicità di un dipendente dell’Amat, per creare e mettere in circolazione biglietti dei bus falsi. La procura di Palermo ha chiesto il rinvio a giudizio per 28 persone, a cui contesta la “falsificazione di biglietti di pubbliche imprese di trasporto” e la truffa. I fatti risalgono al periodo tra dicembre del 2015 e giugno del 2018. Tre anni fa la Guardia di Finanza, guidata dal colonnello Alessandro Coscarelli, che era sulle tracce del bagherese di 57 anni Maurizio Campagna, sospettato di aver stampato e utilizzato dei biglietti falsi su bus dell’Amat, aveva scovato una stamperia illegale a Bagheria. E nel blitz aveva trovato lo stesso Campagna mentre stampava i titoli di viaggio in blocchetti. 

Ma subito le indagini avevano puntato a una vera e propria rete di distribuzione. Era stato denunciato il “tipografo” per “falsificazione di biglietti di pubbliche imprese di trasporto” e per essersi allacciato abusivamente alla rete della luce e anche altre persone tra edicolanti, tabaccai e distributori, con il sequestro dell’attrezzatura e di cinquemila tagliandi. A uno degli imputati, Pietro Carella, 67 anni, è stata contestata anche la truffa per aver percepito in modo illegittimo l’indennità di invalidità dal 2008 al 2018 come cieco per 145mila euro. Secondo la ricostruzione del sostituto procuratore Pierangelo Padova, che ha coordinato le indagini, dietro c’era un meccanismo ben collaudato, che secondo le stime della Finanza avrebbe portato a un incasso di almeno 250mila euro. I biglietti falsi venivano stampati a Bagheria, poi messi in circolazione da una rete di distributori, edicolanti e tabaccai. I biglietti falsi erano stati stampati per somigliare fedelmente a quelli veri, tanto che erano dell’ultima serie appena varata nel 2018. Ma i colori intensi, i caratteri sottili e una serie di numeri anomala non avevano tratto in inganno i periti dell’Amat. Per gli imputati, adesso, l’udienza preliminare è fissata il 17 novembre prossimo.