Odori molesti, l’Arpa chiede ai cittadini di iscriversi all’App NOSE per le segnalazioni

Segnalazioni odori molesti, è fondamentale utilizzare l’App NOSE per una corretta interazione con
l’Arpa e ottenere il controllo della qualità dell’aria da parte del personale dell’Agenzia regionale.
E’ quanto scrive la direttrice di Arpa Sicilia, Anna Maria Abita al sindaco di Milazzo che martedì
scorso ha inviato una nota a Palermo per portare a conoscenza di odori molesti provenienti dalla
zona Parco di Milazzo, chiedendo un sopralluogo per verificare cosa stesse accadendo.
Arpa ha risposto evidenziando che nell’Area ad alto rischio di crisi ambientale del comprensorio del
Mela è operativa la webapp NOSE, sviluppata dall’istituto di Scienze dell’atmosfera e del clima del
consiglio nazionale delle ricerche (CNR) che può essere utilizzabile da Smartphone, Pc e Tablet.
Tale applicazione – si legge nella nota – permette ai cittadini di segnalare in maniera
georeferenziata e anonima l’eventuale molestia olfattiva. Al superamento di un certo numero di
segnalazioni nello stesso intervallo di tempo e nello stesso comune, viene avviato il prelievo
dell’aria tramite i campionatori automatici, ove presenti, ubicati nel comune da cui proviene l’alert,
o manualmente da persone Arpa”.
Con riferimento alla giornata del 26 ottobre, l’Agenzia comunica che sono pervenute solo tre
segnalazioni “inferiori alla soglia di Alert, per cui non è stato effettuato alcun campionamento”.
Aggiungendo altresì che “il modesto numero di segnalazioni pervenute, verosimilmente è
determinato dal limitato numero di utenti registrati (249)” e rappresentando “la necessità di una
maggiore diffusione tra i cittadini del progetto NOSE per un controllo in tempo reale dei miasmi
olfattivi”.
L’Agenzia poi ha co9municato che “a breve saranno installati i campionati automatici che
permetteranno il prelievo tempestivo non presidiato di aria ambiente, al superamento di un
determinato numero di segnalazioni pervenute, i campioni d’aria saranno quindi sottoposti ad
analisi chimica e/o olfattometrica”.
A questo punto pertanto diventa opportuno per i cittadini iscriversi alla piattaforma per procedere
alle segnalazioni ogni qualvolta vi saranno anomalie. Diversamente non sarà possibile ottenere la
verifica da parte di Arpa.