Teodoro La Monica

Gioiosa Marea (ME) – L’ex vice sindaco, Teodoro La Monica, si candida alla guida del paese.

Come segretario regionale della CGIL Funzione Pubblica non ha demeritato, anzi, in alcuni momenti la sua figura ed il suo operato hanno spiccato. Persona perbene, mai fattosi pescare nelle mani nella marmellata anche perché dalla marmellata stava a debita distanza. Come vice sindaco, per quel poco che è rimasto accanto ad Eduardo Spinella, attuale primo cittadino, non ha brillato, ma neanche il sindaco in questi cinque anni ha fatto molto parlare di sé. Si è andati avanti arrancando un po’, attanagliati da mille problemi mai risolti.

Per tornare alla candidatura  di Teodoro La Monica, era giusto e sacrosanto che si riproponesse al vaglio degli elettori e tentare di dare una svolta ad un paese meraviglioso con grossissime potenzialità. Le  responsabilità maggiori di un decollo definitivo del paese ricadono su di una classe dirigente non sempre all’altezza della situazione e tutta la comunità ne ha pagato le conseguenze.

Cosa saprà o cosa potrà fare La Monica non lo sappiamo, anche se la grinta e la preparazione del buon amministratore ce li ha: certo dovrà rimboccarsi le maniche, sudare e pedalare nel caso in cui i suoi concittadini dovessero chiamarlo alla guida del paese. E in quel caso, non ci sarà più il paravento di Eduardo Spinella come alibi ma soltanto la sua capacità di amministrare una comunità dalle mille risorse inespresse.