Cooperativa di Trapani vince appalto hub Padovano

 

Adesso è ufficiale. Sarà la cooperativa sociale Badia Grande di Trapani a gestire fino a metà 2019 il centro d’accoglienza padovano di Bagnoli di Sopra dove, all’interno dell’ex base militare in zona San Siro, sono ospitati ormai da un anno e mezzo circa 800 profughi africani.

L’aggiudicazione, dopo che lo scorso 14 marzo la prefettura della città del Santo aveva ritenuto quella della onlus siciliana l’offerta migliore tra le sei presentate (pur inizialmente giudicandola anomala perché caratterizzata da una qualità del servizio molto alta a fronte però di un prezzo altrettanto contenuto), è diventata definitiva la mattina del 4 aprile.

E così, per i prossimi due anni e un paio di mesi, la conduzione del più popoloso hub del Veneto spetterà appunto a Badia Grande, dopo che, da quando è stato aperto a settembre 2015, il centro di Bagnoli è stato amministrato (non senza qualche ombra) dalla padovana Ecofficina di Battaglia Terme.

La cooperativa di Trapani ha fatto sua la gara proponendo il prezzo di 23,32 euro al giorno per richiedente asilo, pari a 6 milioni 809mila 440 euro all’anno. Ovvero assicurando un ribasso del 28,2% rispetto alla somma fissata come base d’asta (32,50 euro al giorno per profugo, pari a 9 milioni 490mila euro).