Giovanni Ardizzone

Sì dell’Ars al Bilancio di previsione 2017

Il dirigente generale dell’assessorato alla Salute, Ignazio Tozzo, è stato designato dall’Ars, con 46 voti, quale componente della Sezione di controllo della Corte dei conti per la Regione siciliana. Subito dopo è stato approvato il bilancio interno del Parlamento siciliano.

Il presidente Giovanni Ardizzone ha colto al balzo l’occasione per stigmatizzare il contenuto di un articolo sui vitalizi elargiti dall’Ars ad eredi di ex parlamentari, giudicati non veritieri. «Siamo stati la prima Assemblea regionale ad applicare la legge sui vitalizi, ma si continua a dire che non è stato fatto nulla», ha concluso con amarezza.

L’Ars ha pure approvato il bilancio di previsione per il 2017, che prevede entrate per 10 miliardi 918 milioni e 300 mila euro, mentre le spese dovrebbero attestarsi a 10 miliardi 288 milioni e mila euro, con un avanzo di 630 milioni. Quasi la metà del bilancio regionale è assorbito dalla partecipazione al fondo sanitario nazionale che ammonta a 4 miliardi 541 milioni 158 mila euro, pari al 49,11% della spesa complessiva.

La voce stipendi è pari a 492 milioni di euro (515 milioni nel 2016), ma le pensioni sono aumentate da 609 milioni a 629 milioni. Il contributo al risanamento delle finanze nazionali , nel 2017 è di 1,3 miliardi, 100 milioni in più rispetto al 2016. Come previsto dall’accordo con lo Stato che ha riconosciuto alla Sicilia 1,4 miliardi di euro come maggiori entrate, la spesa della Regione dovrà essere ridotta contestualmente del 3%.

L’esame del disegno di legge di stabilità inizierà questo pomeriggio.