Incendi in Sicilia: la conta dei danni che sono ingenti

chiaramonte_gulfi_aerea_040848
Vista Chiaramonte Gulfi

A causa del vento e del forte caldo, l’incendio è divampato in molte zone della Sicilia. A Chiaromonte Gulfi le fiamme hanno lambito il centro abitato, distrutta una pineta. Diverse le persone intossicate. Nella tarda serata di ieri, vista l’emergenza, il prefetto ha attivato un’unità di crisi nella sala Protezione civile.

Le opere di spegnimento, informa una nota della Prefettura, sono ancora in corso, ed è stato chiesto l’attivazione del Coc a Chiaramonte Gulfi per il rogo divampato nella pineta e dove il Comune ha individuato strutture per ospitare i residenti di una casa di riposo e di un centro di accoglienza che sono stati fatti sgomberare perché lambiti dalle fiamme.

Non si registrano danni a persone, ma ingenti sono quelli alle strutture. Diversi capi di bestiame sono rimasti uccisi dai roghi. I vigili del fuoco sono ancora al lavoro e la situazione continua a essere seguita dall’Unità di crisi della prefettura.

Verso la fine dell’emergenza nel Messinese ma danni ingenti. Sembra si avvii alla conclusione l’emergenza incendi divampati ieri sulle colline tra Patti e Sant’Agata di Militello, nel Messinese, sul versante nord della Sicilia. I vigili del fuoco, che hanno lavorato tutta la notte, sono impegnati a spegnere gli ultimi focolai e a mettere in sicurezza la zona, in particolare un’area per la raccolta di rifiuti vicino Patti. Ingenti i danni ambientali e all’economia del Messinese.

Ieri, in piena emergenza, era stata fatta sgomberare, tra l’altro una residenza per anziani di contrada Case Nuove Russo a Patti lambita dal rogo. Alimentato dal forte vento di scirocco, il fuoco si è facilmente sviluppato per la presenza di sterpaglie e piante secche alte. Molte le persone che si sono recate al pronto soccorso per intossicazione da fumo.

agriturismoAvvolto dalle fiamme l’agriturismo Porticella, dove sono morti diversi bovini. Vicino a un resort le fiamme hanno fatto esplodere un ‘bombolone’ del gas. Decine le abitazioni che sono state evacuate dalle forze dell’ordine.

Ieri fiamme anche nel Palermitano e in altre zone della Sicilia. La situazione sembra sotto controllo ma si teme un’altra ondata di caldo.