Antonio Catalfamo

Beninati-Dugo “leghisti” e la new entry Catalfamo jr per un seggio all’Ars

Noi con Salvini a Messina rompe gli indugi e “anticipa” i nomi dei quattro candidati alle Regionali nella lista strategica con FdI per non avere problemi di sbarramento e con un seggio in tasca.

Ecco che il cardinal Richelieu di Novara di Sicilia Luigi Stancanelli spinge il neo coordinatore provinciale Nino Beninati a fare il gran passo: scende in pista con Michela Truscello, che si è ripresa alle grande dalle sberle alle amministrative di Novara dove ha ricucito con l’avversario Gino Buemi, al punto da avere ottenuto – in cambio di tutte le cariche consiliari alla maggioranza- un appoggio mica da ridere nella corsa verso Palermo.

L’altra accoppiata riguarda il docente universitario Giacomo Dugo, già corteggiato da FdI, che tira fuori l’asso di famiglia: Flavia Costanzo. Ma le caselle non vanno giù a Luciana Verdiglione che vuol capire se il leader Angelo Attaguile ha già detto sì o ci sono margini operativi. E FdI ha due nomi certi: Elvira Amata e il figlio d’arte Antonino Catalfamo, fresco sposo e assistente notarile, che da un anno batte i Nebrodi per alleanze “interessanti”.

Da Barcellona l’altra conferma: il sì dell’avvocato Tommaso Calderone a Forza Italia e il grandissimo lavoro di tessitura di Pino Galluzzo, già apprezzato consigliere provinciale.