AGRIGENTO. Il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, alla casa natale di Pirandello

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è atterrato all’eliporto di Porto Empedocle e si è recato in contrada Caos, alla casa natale di Luigi Pirandello in occasione del 150esimo anniversario della nascita dello scrittore.

Sergio Mattarella
Sergio Mattarella

Ad attenderlo, il presidente della Regione Rosario Crocetta, il sindaco di Agrigento Lillo Firetto, il presidente dell’Ars Giovanni Ardizzone ed il neo questore di Agrigento Maurizio Auriemma.
Mattarella ha visitato la casa natale di Pirandello e ammirato il percorso creato con tanto di pannelli per mettere in evidenza il grande patrimonio della biblioteca. In vetrina, dallo scorso 28 giugno, giorno del 150esimo anniversario della nascita del premio Nobel agrigentino, c’è la storia di Pirandello, il suo rapporto con il teatro, quello con la città.
Il presidente della Regione, Rosario Crocetta, ha scoperto, nel piazzale della casa natale di Luigi Pirandello, una targa che celebra la visita del capo dello Stato.
Mattarella, accompagnato dalle archeologhe del Parco archeologico e dal direttore Giuseppe Parello, ha visitato anche gli scavi archeologici per la ricerca del teatro Ellenistico, nel cuore della Valle dei Templi.
Dalle nuove scoperte a quelle antiche: il capo dello Stato si è poi spostato a Villa Aurea, prestigiosa residenza di sir Alexander Hardcastle, e ha ammirato l’anfora a figure nere della bottega di Nikosthenes, singolare figura di vasaio che operò ad Atene intorno alla metà del VI secolo avanti Cristo, con scene di lotta tra atleti. Esposti anche il vaso attribuito al gruppo di Polignoto ed il rilievo di Paride, Pelope o Ierone. Sono tratti dai reperti dell’antica Akragas, custoditi al British Museum di Londra.