Tonino Genovese

Finanziamento da 750.000 euro per iniziative in favore delle vittime di tratta

7 luglio ’17 – Fondi per 750mila euro sono previsti nel Bando nazionale del Dipartimento Pari Opportunità della Presidenza del Consiglio dei Ministri per progetti in favore delle vittime di tratta pubblicato lo scorso 3 luglio. Per Messina la possibilità di attuare iniziative a livello territoriale, ma occorre presentare le richieste di finanziamento e i progetti entro il 25 settembre.

La Cisl di Messina, con il segretario generale Tonino Genovese e la segretaria territoriale Mariella Crisafulli, proprio per accelerare i tempi e mettere a conoscenza l’Amministrazione di questa opportunità, ha scritto al Sindaco Accorinti e all’assessora alle Politiche Sociali Nina Santisi.

I contributi ed i progetti, da attuarsi a livello territoriale, sono finalizzati ad assicurare, in via transitoria, adeguate condizioni di alloggio, vitto e assistenza sanitaria e, successivamente, la prosecuzione dell’assistenza e dell’integrazione sociale (Programma unico di emersione, assistenza e integrazione sociale) a favore degli stranieri e dei cittadini dell’Unione Europea vittime dei reati di tratta e grave sfruttamento. I progetti hanno una durata di 15 mesi e devono essere avviati il 1 dicembre 2017.

La richiesta di finanziamento per ciascun progetto deve essere compresa entro l’importo massimo previsto per ciascuna ambito territoriale individuato dal bando.

La Città Metropolitana di Messina, così come quella di Catania, ricadendo nell’ambito territoriale Sicilia 2, hanno a disposizione complessivamente 750.000 euro.

«È un’occasione da non perdere – commentano Tonino Genovese e Mariella Crisafulli – e come Cisl siamo pronti anche a dare un contributo fattivo su queste tematiche. Da tempo il sindacato è impegnato nel contrastare le drammatiche piaghe della violenza, della prostituzione e dello sfruttamento, che pesano fortemente sulle libertà fondamentali delle vittime, spesso donne e minori, e ne ledono profondamente la dignità».