Francesco Origlio (avvocato)

La Ferbasket riconferma Francesco Origlio come giudice sportivo

 

 Intenso fine settimana di lavori a Siracusa per la Fip Sicilia. Presso la sala riunioni dell’Hotel Relax di Siracusa si è svolto il Consiglio direttivo regionale e , subito dopo, la prima riunione della Consulta dei delegati e presidenti provinciali.

Ricco di spunti il Consiglio direttivo. Diversi i punti all’ordine del giorno e le delibere approvate. I lavori sono stati presieduti da Riccardo Caruso, alla presenza del vicepresidente Curella, tutti iconsiglieri regionali nonché il responsabile ufficio Gare Trupiano, il responsabile regionale Cna Coppa ed il referente amministrativo Marino. In apertura del Consiglio il presidente Caruso ha sottolineato la soddisfazione dell’interoComitato per le prestigiose promozioni ottenute dagli arbitri siciliani: in A maschile Alessandro Nicolini, in A2 maschile Sebastiano Tarascio ed in B maschile Luca Attard.

Proprio a Tarascio ed Attard, presenti alla riunione, è stata consegnata una targa ricordo a nome della Fip regionale. Un gesto per simboleggiare le congratulazioni, è stato spiegato dal presidente Caruso, per l’importante riconoscimento che rappresentano un vanto per il Cia siciliano, da anni al lavoro per migliorare il movimento arbitrale col supporto costante del Comitato.

Caruso ha espresso soddisfazione anche per gli importanti piazzamenti ottenuti dalle selezioni giovanili

regionali al Trofeo delle Regioni 2017, con il sesto posto in ambito maschile e il buon trofeo disputato dalle ragazze dopo lo storico secondo posto nell’edizione 2016. Discreti irisultati delle società siciliane nelle finali giovanili come nel 3v3 jtg in special modo il quarto posto ottenuto dalla Virtus Eirene Ragusa nell’U14f. Passi avanti che confermano come il divario tra Nord e Sud sta affievolendosi. Proprio per continuare ad incentivare la crescita generale del movimento cestistico siciliano, il Comitato ha deliberato la concessione di

contributi atti a sostenere le società che portano avanti il settore giovanile.

Pertanto, si è stabilita l’erogazione di un contributo di 1.500 euro per le squadre partecipanti alle finali u14

maschili, per compensare il sostengo che già l’ambito femminile riceve dalla Federazione. Non solo. Contributi di minor importo per le società partecipanti alle varie finali del 3v3.

Ed ancora,per incentivare le società ad iscriversi ai campionati che comportano maggiore onere come quelli di eccellenza, il Consiglio ha deliberato in via sperimentale l’erogazione di un contributo di 500 euro ad ogni società che intende iscriversi al campionato U15/ecc.

Il Consiglio nel corso dei lavori ha quindi rinnovato i componenti dei settori, uffici e commissioni.

Per quanto riguarda l’Ufficio Gare, sono stati riconfermati i componenti Daniela Salerno, Giuseppe Gargagliano e Giuseppe Trupiano. Relativamente all’Ufficio Designazioni, è statoriconfermato quale designatore regionale Simone Barone. Ed ancora, riconfermato come Giudice sportivo regionale Francesco Origlio e Ottaviano Pavone come Giudice sportivosostituto.Per quanto riguarda la Corte di Giustizia regionale, riconfermati i componenti De Francisci, Avellone, Messina, Duca, Savarino e deliberato l’inserimento dell’avvocato Alessandra Vella.

Tra gli altri punti esitati, l’approvazione delle Doar 2017/2018, già pubblicate online sul sito della Fip Sicilia.

Altrettanto interessante lo svolgimentodella Consulta dei delegati e presidenti provinciali, alla presenza del Presidente Fip Sicilia Riccardo Caruso, del vicepresidente Salvatore Curella, del responsabile ufficio Gare Trupiano, il responsabile regionale Cna Coppa, il responsabile regionale Minibasket Pistritto ed il referente amministrativo Marino.

Un importante momento di confronto di analisi e proposte persuperare le criticità riscontrate durante la passata stagione e per approfondire i vari aspetti legati alle attività delle singole province. Su proposta del Presidente Caruso, è stata nominata coordinatrice della Consulta il delegato provinciale di Agrigento, Eleonora Frangiamone.