Villafranca Tirrena

Villafranca Tirrena (Messina) La piattaforma dei rifiuti speciali all’ex Pirelli

Agli abitanti di Villafranca Tirrena, nel Messinese. Sarebbe il caso di consultare l’interessantissimo documento sulle osservazioni alla domanda per la concessione dell’A.I.A, per una “Piattaforma polifunzionale per la gestione e il trattamento di rifiuti speciali pericolosi e non”, presentata da privati il 05/12/2016 per l’esercizio di una attività d’impresa nella ex area della Pirelli.

Il merito è dell’Associazione “Graziella Campagna”, in persona del suo legale rappresentante Pippo Papalia, che si è intestato la lodevole iniziativa . Un contributo prezioso alla società civile che è bene non venga sottaciuto. Si tende a dare voce ed amplificare una “delicata” iniziativa di privati che ognuno dovrebbe conoscere: per la ricaduta dei riflessi sociali sicuramente nocivi alla salubrità dei concittadini per la tipologia dell’attività che andrebbe a svolgere (il trattamento di rifiuti speciali pericolosi e non).

Solo con la conoscenza è più facile avere la consapevolezza dei rischi a cui andrebbe esposta la comunità locale per le possibili contaminazioni del territorio ove malauguratamente decollasse la suddetta “Piattaforma polifunzionale per la gestione e il trattamento di rifiuti speciali pericolosi e non”.

Il documento in questione è oltremodo prezioso in quanto autorevolmente sottoscritto da un docente universitario del Dipartimento di Ingegneria dell’Università di Messina, che meglio di altri, ha le capacità tecnico-scientifiche per elencare in dettaglio quali e quanti potrebbero essere gli effetti nefasti di una cotale sciagurata quanto scongiurabile iniziativa.

Il cronista lo inserisce in circuito e “invoca” il dibattito. Un po’ compresso finora dalle dinamiche elettorali.download-2