Acquedolci (Messina) Risolta l’emergenza idrica?

Per il momento, e non sappiamo fino a quando, sembra risolta l’angoscia dell’emergenza idrica nel comune di Acquedolci, grazie anche alla perseveranza e  tenacia del sindaco,  Alvaro Riolo. Non l’hanno invece risolto il problema gli altri tre comuni, Sant’Agata Militello, Militello Rosmarino e Reitano che, unitariamente ad Acquedolci,  hanno chiesto ed ottenuto un incontro a Messina con la Prefetta, Francesca Ferrandino.

Difatti,  è giunta ieri dalla conferenza dei servizi convocata alla Prefettura di Messina, coordinata dal vice Prefetto Carmelo Musolino,  alla presenza del battagliero vicesindaco, Salvatore Oriti,  e degli  enti competenti  preposti al rilascio dei pareri.

In buona sostanza entro domani, Domenica 23 luglio,  salvo imprevisti, sarà emessa un’apposita ordinanza sindacale che consente l’allaccio dei nuovi pozzi alla rete idrica così da poter garantire un afflusso per ben più consistente alle utenze cittadine.

Nelle more dell’esecuzione delle necessarie analisi di rito per le quali, nello stesso vertice di ieri alla Prefettura, l’Asp ha comunque garantito una procedura straordinaria attraverso l’Arpa, l’approvvigionamento di acqua potabile sarà quindi garantito attraverso un servizio con autobotte sanificata e con l’installazione di alcuni punti di prelievo, con appositi rubinetti, sul territorio comunale. Impianti ad hoc garantiranno quindi il costante controllo e la clorazione secondo i vigenti standard qualitativi, sia per quanto riguarda l’acqua della rete comunale sia quella potabile erogata dall’autobotte e dai punti di prelievo.

L’amministrazione comunale di Acquedolci ha quindi tracciato delle scadenze per giungere ad una definitiva soluzione del problema. La prima cosa da fare sarà l’esame approfondito dello stato della rete per ridurre guasti e perdite, l’avvio dell’iter per l’acquisto di una nuova falda ed infine l’installazione dei nuovi serbatoi, su vari livelli del territorio comunale, in modo da garantire una distribuzione più equilibrata. Infine, i cittadini dovranno  ridurre al massimo l’utilizzo del prezioso liquido.

Vista di Acquedolci (ME)
Vista di Acquedolci (ME)