Naso

Lady Gaga di Naso? Macchè di Santa Lucia del Mela. La contesa continua

Il 26 settembre, data del concerto di Lady Gaga a Milano, il sindaco di Santa Lucia del Mela Nino campo proverà ad arrivare al cospetto di Stefani Joanne Angelina Germanotta agitando uno speciale lasciapassare: la foto che lo ritrae con i genitori Joseph e Cyntia, ricevuti a luglio di due anni fa nel paese dei Calderone, i nonni materni. E spera che la cantante più ricca e richiesta al mondo si ricordi di quando nel 2011 salì sul palco nei panni di Joe Calderone, il suo alter  ego maschile.

“Gliel’ho detto ai genitori – dice Campo – e glielo ripeterò a lei: vorremmo conferirle la cittadinanza onoraria o almeno il titolo di cittadina benemerita”. Perché ciò avvenga è però necessario che Lady Gaga mostri un interesse che non c’è stato. Giuseppe Calderone, agente della polizia municipale di Santa Lucia, nel Messinese, dice che “i genitori sono forse favorevoli, ma lei probabilmente no. Sono americani, persone sostanzialmente fredde”.

I genitori, Joseph e Cyntia arrivarono nel luglio del 2015 per il concerto della figlia a Perugia e da lì a Palermo e poi a Naso, Santa Lucia del Mela e Taormina in un giorno solo. Da Naso passarono come fantasmi, e dissero, sbagliando, di non aver trovato nessun Germanotta, non sapendo chi cercare.

Il cantante siciliano Cristiano Malgioglio, in possesso di notizie evidentemente esclusive, giusto il fatto che la madre è una Germanotta di Naso, diede in televisione notizia che Lady Gaga e Taylor Kinney si sarebbero sposati a Santa Lucia del Mela, ma non a Naso, arrivarono da Milano rappresentati da un’agenzia americana di grandi eventi che presero a girare chiese e locali pubblici dove celebrare le nozze.

Ma davvero Lady Gaga avrebbe voluto sposarsi nel paese della nonna? E perché non a Naso? Inutile ricordare che il matrimonio non si fece perché saltò tutto. Intanto, il sindaco di Naso, Daniele Letizia dice: “Tengo pronta da anni la proposta di conferimento della cittadinanza onoraria da portare in Consiglio, ma tutti gli inviti che abbiamo cercato di recapitarle, persino attraverso l’ambasciata inglese, sono rimasti senza risposta”.

C’è chi imputa il motivo al sincero e disinvolto appello che il Comune di Naso – il cui centro storico è da anni teatro di un drammatico e inesorabile smottamento – rivolse nel 2011 alla famosa cantante, perché avendo i mezzi salvasse il paese dalla sua progenie.

L’iniziativa non piacque a Naso  tra cui Rosalia Germanotta, cugina del bisnonno Antonino, la definisce  “maldestra” e forse tale apparve anche a New
York agli occhi di Joseph e Cyntia, i genitori di Lady Gaga.cristiano_malgiogliolady-gaga