Catania

A Catania avvocati in fila dalle 4 all’Ufficio Notifiche

A Catania, tra i tanti problemi di una metropoli siciliana,  non poteva mancare la protesta degli avvocati che, oltre a dover fare udienza in locali senza neanche la climatizzazione, si trovano a dover fare file assurde perché è cambiato il sistema informatico per le notifiche senza che il relativo personale fosse adeguatamente formato. Già qualche settimana addietro la protesta per l’impianto di climatizzazione non funzionante nelle aule d’udienza di via Crispi. Adesso la singolare situazione in cui versa l’affollatissimo ufficio notifiche del tribunale.

Da qualche tempo è stato aggiornato il sistema informatico e la cosa ha notevolmente complicato le procedure di registrazione.

Si sta verificando che gli addetti non riescano a fare fronte alle richieste e gli avvocati sono costretti a lunghe file che peraltro non garantiscono il buon fine dell’attesa.Sul web circola una foto in cui  è possibile rilevare che la prenotazione il giorno 25 luglio è cominciata alle 4.30 del mattino, tramite modernissimo foglietto appeso all’esterno dell’ufficio, essendo questo ovviamente chiuso.

Il presidente della Corte d’Appello Meliadò è intervenuto con una nota che tenta di dettare disposizioni minime in attesa che la situazione si normalizzi, dando atto che le criticità sono rappresentate principalmente dalla scarsa dimestichezza degli impiegati col nuovo sistema da un lato, e dall’altro dal comportamento di alcuni avvocati che iscrivono nella lista anche colleghi non presenti. Sul primo punto avrebbero probabilmente potuto pensarci prima, formando adeguatamente il personale prima di metterlo in servizio.

Sul secondo, attenendo ad intelligenza ed educazione, non c’è rimedio.toga