Agugliano (Ancona) 12° Festival Nazionale del Teatro Dialettale

Scegliere non è stato facile, ha dichiarato la giuria della dodicesima edizione del Festival nazionale del Teatro dialettale di Agugliano, ma alla fine si è giunti a una decisione finale: in due sul gradino più alto “Filumena Martutano” e “Zozò”!
Non c’era altro modo che un ex-aequo per assegnare il Premio “La Guglia D’Oro 2017”, andato così a pari merito alla compagnia “Imprevisti e Probabilità” di Formia (LT) e alla compagnia “L’Armonia” di Trieste.
Il primo lavoro perché un grande lavoro d’insieme, con otto attori sempre sul palcoscenico nel pieno rispetto dei tempi, dei ruoli e dei ritmi e per l’allestimento “visionario” e moderno di un classico che l’ha resa di forte impatto emotivo;
il secondo per il ritmo incalzante e coivolgente del testo,
reso efficace dagli attori che senza pause,
hanno assecondato il crescendo dei toni,
fino alla conclusione non prevedibile.
Partendo da questo ex-aequo,
i premi assegnati dalla giuria si sono poi declinati in questo modo:

Miglior regia – Raffaele Furno (Filumena Marturano)

Miglior attore protagonista – Sante Latini (Ladro di razza)

Migliore attrice protagonista  – Soledad Agresti (Filumena Marturano)

Miglior attore non protagonista  – Alessandro Bruni (Ladro di razza)

Miglior attrice non protagonista  – Margherita Caciorgna (Ladro di razza)

Miglior attore caratterista – Sandro Calabrese (Ben Hur)

Migliore attrice caratterista – Nadia Dal Sala (Il marito di mio figlio)

Migliore scenografia – Ladro di razza

Premio speciale della giuria allo spettacolo “Mia famiglia” per il tema trattato.

Per la giuria dei giovani i premi assegnati sono stati:

Miglior attore promettente – Ugo Fonti (Filumena Marturano)

Migliore attrice promettente – Nadia Dal Sala (Il marito di mio figlio)

Premio Giovani a teatro – Filumena Marturano

La giuria popolare che ogni sera ha potuto giudicare lo spettacolo a cui ha assistito, essendo dotata di un foglio prestampato con voti dal 6 al 10, ha scelto di premiare la divertente commedia “Il marito di mio figlio”. A conclusione delle premiazioni, il via allo spettacolo divertentissimo di Gabriele Cirilli che preciso e puntuale, con il suo selfie, ha elogiato Agugliano per la calorosa accoglienza e l’Associazione La Guglia per l’organizzazione di un Festival nazionale del Teatro dialettale di così interessante portata.