Acquedolci (Messina) E’ stata sciolta la prognosi per la bambina caduta dal balcone di casa sua: è fuori pericolo.

Ci si stentava a crederci ma il miracolo è avvenuto: la bimba di Acquedolci, centro balneare nel messinese, caduta accidentalmente dal balcone di casa sua, è fuori pericolo,

L’annuncio è stato dato dal pulpito da Don Cirino Lo Cicero, durante la messa nella chiesa della città. “Per i medici si tratta di un miracolo, perché la situazione era disperata- afferma il sacerdote-  sembra che l’ematoma alla testa si stia riassorbendo, la piccola si sarebbe risvegliata dal coma ed avrebbe chiamato la mamma, sempre al suo capezzale. Grazie Signore!”.

Un vero e proprio sospiro di sollievo per la comunità del centro tirrenico, la quale si era stretta attorno alla famiglia, la mamma casalinga ed il padre operaio,  organizzando anche veglie di preghiera. La bella notizia è subito rimbalzata nell’intero hinterland, in tantissimi hanno seguito la storia della piccola di appena due anni, caduta a seguito di una tragica fatalità, sperando sempre in un felice epilogo. Sembrerebbe inoltre risolto il versamento di sangue nel pericardio che ha tanto allarmato i medici e tenuto in apprensione i genitori e, per il quale, la piccola era stata trasportata dal Policlinico all’ospedale San Vincenzo di Taormina.

Rimane tuttavia un vasto ematoma alla testa, ma le condizioni sono nettamente migliorate, la piccola è attualmente ricoverata al Policlinico di Messina, dove avrebbe fatto ritorno a seguito dei controlli al San Vincenzo. Rimane, comunque. Sotto la più stretta sorveglianza dei medici del Policlinico che vigilano giorno e notte sulla bambina.

Vista di Acquedolci (ME)
Vista di Acquedolci (ME)

Don Cirino Lo Cicero