Acquedolci (Messina) L’insostenibile pesantezza dei vandali acquedolcesi

Che la vittima predestinata abbia l’immagine  dell’Amministrazione  Riolo di Acquedolci, ridente centro del Messinese, non ci sono più dubbi. Ma che piccoli e pericolosi  vandali prendono di mira i simboli della cittadina, come il Castello del 1.700 che l’Amministrazione Gallo aveva provveduto a mettere in sicurezza,  è un fatto che sinceramente scandalizza e arrossiamo per loro.

Questa volta sono stati distrutti da alcuni vandali sei  faretti installati da poco dalla nuova Amministrazione che erano stati posti ai lati del Castello e costituivano l’illuminazione pubblica della strada.

“Mentre l’amministrazione aumenta al massimo lo sforzo per il risanamento del paese, subiamo l’ennesimo atto di sabotaggio al centro nell’ultimo periodo di un’intensa e frenetica opera di recupero molta apprezzata dai cittadini – commenta il sindaco Alvaro Riolo -. Nonostante la grande amarezza che proviamo in questo momento, vi garantisco che questi gesti vigliacchi, che, fateci caso, hanno accompagnato ogni nostra iniziativa e ogni nostro intervento, non ci fermeranno, anzi al più presto provvederemo all’installazione di un sistema di videosorveglianza che ci permetterà finalmente di smascherare e punire questi vandali che mal digeriscono la rinascita del nostro paese”.

Intanto, il sindaco Alvaro Riolo, informa che un cittadino acquedolcese, Carmelo Fiocco, si è offerto di  sostituire i faretti led al Castello, a sue spese, per non gravare sulle casse comunali.

alvaro-riolo-sindaco-acquedolci